CS AdPEE – al via il Corso per Pazienti Esperti EUPATI 2021-2022

3a Edizione Corso EUPATI 2021-2022, Comunicati

Sabato 27 novembre 2021, in diretta on line, si è svolta la presentazione del Terzo anno accademico del Corso EUPATI 2021/2022 : un’intensa mattinata svoltasi con la moderazione di Andrea Marcellusi, dell’Università di Tor Vergata.

Dominique Van DoorneIn apertura, il saluto della Presidente, Dominique Van Doorne, che salutando i partecipanti alla nuova edizione ha esordito dicendo “Mai come quest’anno bisogna puntare su formazione Pazienti e sulla capacità dei nuovi iscritti di fare network, nonostante le difficoltà che dovremmo affrontare per vederci in presenza. Con il corso “Patient Engagement in Ricerca e Sviluppo delle Terapie Innovative” si rinnova il bisogno di Pazienti che conoscano bene la ricerca, lo sviluppo dei farmaci e delle terapie e che abbiamo un ruolo attivo nella ricerca. Vorremmo non sentire più casi come Stamina o Di Bella, facendo capire a tutti il grande progresso della ricerca, volta ad assicurare il miglior rapporto tra sicurezza ed efficacia dei farmaci”

 

 

 

A seguire, l’intervento di Antonietta Colatrella dell’Area HTA ed economia del Farmaco di AIFA, in sostituzione del DG, Nicola Magrini . “La collaborazione tra AIFA e Accademia è ormai talmente consolidata che penso si possa definire ormai un’alleanza” ha dichiarato soddisfatta Colatrella “Anche per la prossima edizione metteremo il massimo impegno nella nostra partecipazione, con circa 20 relatori che interverranno ai moduli di approfondimento. Confermo la massima disponibilità da parte nostra nel rispondere alle domande che i discenti ci porranno nel corso dell’anno”

Per illustrare le possibili applicazioni delle conoscenze acquisite durante il corso, sono intervenuti subito dopo 3 Pazienti Esperti EUPATI, i quali hanno voluto riportare le loro esperienze in questo ruolo: Italia Agresta, Vice Presidente di APMARR (Associazione dei Pazienti con malattie reumatologiche e rare), Massimo Chiaramonte, Presidente di A.N.P.T.T. Associazione Nazionale Porpora Trombotica Trombocitopenica e Anna Rita Grimaldi, Presidente AIPACUS (ssociazione Italiana Pazienti Cusching)

Paola Kruger (Direttore Scientifico del Corso) insieme ai tutor Tecnico e Scientifico –  Fabio Bongirolami e Stefano Gambardella – sono poi entrati nel dettaglio della struttura del corso, dal punto di vista tecnico e operativo.

Anche per quest’anno sono previsti 8 incontri Face to face, 160 ore di lezioni in e-learning per acquisire le conoscenze necessarie per poter portare avanti la voce dei pazienti con competenza sul ciclo di vita di un farmaco: dalla ricerca preclinica, alle fasi cliniche, alla farmacovigilanza, all’HTA ed infine agli Affari Regolatori.

M.Gabriella Pergamo, responsabile della Comunicazione di AdPEE, ha sollecitato i neodiscenti a fare network il più possibile ed ha inoltre presentato il video divulgativo prodotto da EUPATI, con il supporto non condizionato di Olympus Italia e dal titolo “L’importanza del Paziente Esperto nella Ricerca clinica”

CLICCA QUI PER VEDERLO

 

Il tema scelto: il contributo autorevole che il Paziente formato EUPATI può dare Ricerca clinica e tutto ciò alla pari con tutte le altre figure operanti nel mondo della Sanità

A conclusione dell’evento un Forum aperto, durante il quale i neodiscenti hanno rivolto numerose domaSPONSOR EUPATInde agli organizzatori.

ADPEE è un progetto multisponsor e multistakeholders, che opera in collaborazione con AIFA ed è sostenuto da numerose ed importanti Aziende Farmaceutiche.

 

Articolo precedente
Giuseppina Loffredi, Paziente Esperto EUPATI, entra nel CE del Policlinico A.Gemelli
Articolo successivo
Revisione della legislazione generale dell’UE sui prodotti farmaceutici: Insieme ed uniti, i Pazienti Esperti EUPATI danno il loro contributo
Menu