Home Attività Accademia dei Pazienti AdP partecipa al 57° Simposio AFI sul presente e futuro del settore...

AdP partecipa al 57° Simposio AFI sul presente e futuro del settore farmaceutico

242
0
CONDIVIDI

Torna a Rimini, dal 7 al 9 giugno, il 57° Simposio AFI, Associazione Farmaceutici Industria. Tema conduttore del convegno sarà l’innovazione come strumento fondamentale per affrontare il futuro e garantire un domani all’intero comparto farmaceutico.

Il Simposio si propone di analizzare in modo approfondito, mediante una serie di relazioni articolate in 12 Sessioni che interessano l’intera filiera del farmaco, le problematiche attuali del settore farmaceutico italiano al fine di trarne soluzioni concrete e realizzabili.

La scadenza del 2018 come data di entrata in vigore del nuovo Regolamento Europeo 536/2014 crea molte aspettative a livello italiano ed europeo. Tuttavia molti esperti del settore ritengono indispensabili una serie di interventi sia a livello normativo che a livello organizzativo indipendentemente da ciò che il regolamento stesso prevede.

Nella sessione sulla sperimentazione clinica, che si terrà il 9 giugno, verrà fatto il punto della situazione sull’organizzazione italiana e di altri paesi europei con i quali ci possiamo confrontare per capire quali modelli seguire. Interverranno a riguardo sia istituzioni come AIFA e Ministero della Salute, sia esperti provenienti da aziende farmaceutiche o CRO. Verrà spiegato come funzionano i nuovi progetti “fast track” e VHP”, ossia nuove procedure per presentare e valutare in maniera veloce ed armonizzata la documentazione per svolgere sperimentazioni cliniche. Ci sarà, inoltre, l’intervento di Stefano Mazzariol, dell’Accademia dei Pazienti Onlus e Paziente Esperto EUPATI, dedicato al coinvolgimento dei pazienti nelle sperimentazioni cliniche. In particolare, Mazzariol presenterà il nuovo ruolo “attivo” e non più solo “passivo” del paziente nei trial clinici e i rapporti con industria e sponsor da parte dei Pazienti Esperti.

Sono onorato di questo invito e di portare la voce dei pazienti in un evento così importante – ha dichiarato Mazzariol –  E’ un segnale concreto che il Paziente Esperto sta diventando uno degli interlocutori fondamentali in ogni occasione di aggiornamento e di confronto tra tutti gli attori coinvolti nel processo di R&S farmacologico

Per ulteriori approfondimenti potete scaricare l’intero programma del Simposio.