Affari Regolatori: prosegue la formazione EUPATI

Comunicati

Sabato 12 Giugno 2021: Affari Regolatori – ruolo dell’Agenzia Europea e ruolo di AIFA

Ulteriore step formativo per il Corso di formazione EUPATI “Patient Engagement nella Ricerca e Sviluppo delle Terapie Innovative”

In questo 5° modulo, svolto in modalità Face2Face su piattaforma Zoom, si è parlato di Affari Regolatori: un settore nato dal desiderio degli organismi di Governo di tutelare la salute pubblica, vigilando sulla sicurezza e l’efficacia dei prodotti dell’industria farmaceutica.

Un tema vasto che ha richiesto l’intervento di diversi rappresentanti dell’AIFA, intervenuti in qualità di relatori. Presente all’appello tutto il gruppo di quasi 50 Corsisti di questa edizione, che il prossimo Autunno si certificheranno con il titolo di Paziente Esperte, certificato EUPATI.

Di cosa si è parlato?

 

Maria Grazia Evandri – del settore innovazione e Strategia del Farmaco (AIFA)  ha dedicato il suo intervento a “La procedura centralizzata di autorizzazione dei medicinali”, commentando a fine evento come “Il processo di sviluppo e autorizzazione di un medicinale è lungo e articolato, e richiede competenze varie (ricercatore, statistico, regolatore, operatore sanitario,….) tra cui ben si colloca il punto di vista unico del paziente. L’esperienza raccolta da EMA, mostra che il contributo del paziente è particolarmente utile per quei medicinali per cui è più difficile ottenere evidenze solide e inequivocabili. Al fine di rendere il coinvolgimento del paziente efficace, è necessario definire programmi di formazione ad hoc (in tal senso le iniziative di EUPATI sono apprezzate) e best  practice per massimizzare i benefici di tale coinvolgimento.”

 

Di grande interesse la relazione di Sara Galluzzo (anch’essa proveniente dal settore Innovazione e strategia del farmaco di AIFA), la quale si è soffermata sul tema dei medicinali ad uso pediatrico.

 

La giornata di formazione si è infine conclusa affrontando un argomento di grande attualità, soprattutto a seguito dell’emergenza pandemica, ovvero “La carenza dei Farmaci” illustrato da Oscar Cruciani e Carla Maione (entrambi dell’Ufficio qualità dei prodotti e contrasto al crimine farmaceutico – AIFA)

“E’ stato un piacere poter condividere con gli studenti del corso la mia esperienza” ha dichiarato Carla Maione a fine evento “ e ringrazio EUPATI e tutti i partecipanti per il lavoro svolto; la presenza di pazienti competenti ed informati è di fondamentale importanza per perseguire insieme l’obiettivo comune di tutela della salute pubblica.”

Il Corso AdPEE “Patient Engagement nella Ricerca e Sviluppo delle Terepie Innovative” si svolge con il Patrocinio di AIFA, Istituto Superiore di Sanità, Farmindustria.

Grazie alla collaborazione di diversi partner e al contributo non condizionato di:

Articolo precedente
Telemedicina 4.0: ne parlano i Pazienti Esperti EUPATI
Articolo successivo
Aperte le iscrizioni alla terza edizione del Corso EUPATI  
Menu